L'Opera per Tutti

Il primo sito italiano dedicato agli sconti dei teatri lirici!

FONDAZIONE ARENA SI PREPARA AL FESTIVAL 2024 AL FILARMONICO LA SERATA EVENTO SOLIDALE DEDICATA A SPONSOR E 67 COLONNE

Una serata evento assieme a sponsor, sostenitori e 67 Colonne. Il 29 novembre, per la prima volta, il palcoscenico del Teatro Filarmonico è divenuto sede suggestiva di una cena di Gala, a scopo solidale.

Erano presenti il Sindaco di Verona e Presidente di Fondazione Arena Damiano Tommasi, il Sovrintendente Cecilia Gasdia, il Vice Direttore artistico Stefano Trespidi, il Marketing Principal Consultant Andrea Compagnucci

Nato nel 2021 nel pieno della pandemia, con il sostegno dei due soci Fondatori Pastificio Rana e Gruppo Calzedonia, per ricostruire idealmente l’abbraccio di imprese, sponsor e sostenitori intorno all’Arena, il progetto di fundraising e corporate membership 67 Colonne per l’Arena di Verona è cresciuto di anno in anno riscuotendo consensi e riconoscimenti internazionali quale case history del mecenatismo culturale italiano. Nel 2023 Fondazione Arena ha ricevuto da sponsorizzazioni e donazioni in art bonus 1 milione di euro in più rispetto al 2022 raggiungendo così il livello più alto di finanziamento privato della sua storia recente. Per il 2024, annunciato l’ingresso di un nuovo sponsor: Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP. Da ieri sera, inoltre, sono aperti fino al 15 aprile i rinnovi delle adesioni, con prelazione, delle 67 Colonne.

Cena e asta di beneficenza. Ben 25 tavoli che hanno accolto gli ospiti della serata, deliziati dai piatti dello chef Massimo Mezzari e dagli allestimenti floreali di Flover. Lungo la parete un enorme specchio, a riflettere il teatro, con al centro le persone, arricchito dalle statue de La Traviata di Zeffirelli e i lampadari di Capuleti e Montecchi. Una vera e propria scenografia per uno ‘spettacolo’ che ha visto protagonisti gli ospiti. Ad arricchire il programma, il Tenore Matteo Mezzaro e il Soprano Enkeleda Kamani che hanno interpretato alcuni brani di Verdi e Puccini, accompagnati al pianoforte dal Sovrintendente Cecilia Gasdia. E l’asta di beneficenza con il ‘Mercante in Fiera’, grazie alla quale sono stati raccolti 5.400 euro che verranno devoluti al progetto “Saving Lives” di Metinvest per attività all’interno di un campus per bambini in Ucraina. Ad ogni carta corrispondeva uno scatto del Centesimo Festival che gli ospiti hanno potuto ritirare alla fine, a ricordo della stagione dei record. Le tre carte vincenti si sono aggiudicate i biglietti per gli eventi 2024 Bolle And Friends, IX Sinfonia di Beethoven e per la Star Roof che sarà riproposta anche la prossima estate.

Risultati 2023. La serata di ieri è stata l’occasione per ribadire il ruolo centrale di Fondazione Arena all’interno dell’economia della città e, più in generale, di tutto il territorio. Il 100° Opera Festival ha fatto registrare il miglior incasso di sempre per un totale di 33.048.000 euro e un aumento di presenze pari a 59.584 spettatori rispetto al 2022, raggiungendo quota 402.722. Con il record di incasso medio a serata: 675 mila euro, rispetto ai 523 mila del 2019.  In crescita anche la media delle presenze a spettacolo che si è attestata, per la prima volta nella storia del Festival, a quota 8.400. Confermata anche l’internazionalità del pubblico, proveniente da 125 Paesi del mondo. Un successo senza pari grazie al lavoro di 1.421 persone, dalla sartoria, ai laboratori, fino ai portastrumenti. E cast internazionali con le star della lirica. Miglior dato di sempre anche quello che riguarda il coinvolgimento dei media nazionali e internazionali: le testate ed emittenti accreditate sono state infatti 285, per un totale di 1434 presenze. E sono stati più di 6.000 gli articoli e i servizi dedicati al Festival tra web, carta stampata, radio e tv. L’Arena sui social ha fatto il giro del mondo: a fine Festival, i canali Facebook e Instagram hanno raggiunto quasi 47 milioni di contatti, con 16 mila ore di visualizzazioni dei video: la sola pagina Instagram ha raggiunto più di 12 milioni di account, crescendo del 166% rispetto al 2022.

Numeri importanti ottenuti grazie al contributo degli sponsor di lungo corso, in primis UniCredit, che vanta una longevità di collaborazione di oltre 25 anni, e poi Calzedonia, Pastificio Rana, Volkswagen Group Italia, DB Bahn, RTL 102.5. Alla compagine degli official sponsor si sono aggiunti quest’anno Forno Bonomi, Metinvest/Saving Lives, Genny, che ha firmato le nuove divise del personale adibito all’accoglienza del pubblico e Müller, che ha sostenuto i progetti di accessibilità dedicati alle persone con disabilità. Tra gli official partner, a marchi storici quali Veronafiere, Air Dolomiti, A4 Holding, Casa Sartori, SABA Italia, SDG Group e al Cultural Partner Palazzo Maffei, si sono aggiunti Acqua Dolomia, Sanagol e Mantova Village. Un ringraziamento doveroso va naturalmente anche a imprese, privati, ordini professionali che compongono la schiera della Membership 67 Colonne per l’Arena di Verona, fondata da Gianluca Rana dell’omonimo pastificio e da Sandro Veronesi, patron del Gruppo Calzedonia, con il Gruppo Athesis, media partner. Così come al Main Sponsor per la Stagione Artistica 2023 al Teatro Filarmonico BCC di Verona e Vicenza Credito Cooperativo.

Damiano Tommasi, Sindaco di Verona e Presidente della Fondazione Arena:

“Grazie per lo spirito con cui è stata pensata e realizzata questa iniziativa di fundraising e corporate, è quello che serve a Fondazione Arena, così come alla città, per non essere e sentirsi mai sola davanti alle sfide future. Credo che l’obiettivo di tutti noi sia partecipare ed essere protagonisti di questa magnifica esperienza che l’Arena vive e propone da oltre cento anni. Sono davvero grato alle vostre esperienze personali, familiari e aziendali, sostenendo Fondazione Arena dimostrate un affetto e un legame non solo verso la parte artistica e il Festival ma anche verso la nostra città. Mi auguro che la Fondazione, così come è stato fino ad oggi, continui ad essere all’altezza della vostra fiducia e del vostro attaccamento, affinché insieme si possano affrontare le sfide e continuare ad alzare l’asticella. All’orizzonte abbiamo le Cerimonie Olimpiche, ci accorgeremo tra qualche anno cosa significherà averle a Verona, noi ci prepareremo al meglio per accoglierle e per vivere questa esperienza, non solo dal punto di vista sportivo”.

Cecilia Gasdia, Sovrintendente di Fondazione Arena:

“Questi numeri ci raccontano cosa siamo riusciti a fare, tutti assieme. Sta iniziando il quarto anno di questo progetto di fundraising, e ringrazio tutti per la lungimiranza e la tenacia che avete dimostrate e con la quale avete abbracciato con grande amore l’Arena del mondo, e l’opera, il primo grande esempio di Made in Italy. Le 67 Colonne sono state un’occasione storica che non abbiamo perso, per la cultura e per la città. Per salvaguardare e diffondere la storia, la conoscenza, la tradizione dell’Arena, il teatro all’aperto più grande del mondo. Gli sponsor e i sostenitori sono fondamentali e i risultati ottenuti nell’ultimo anno ne sono la dimostrazione. Siamo davvero orgogliosi del percorso fatto assieme e non vediamo l’ora di condividere con entusiasmo i progetti e le importanti notizie che ci attendono nel prossimo futuro”.

Stefano Trespidi, Vice Direttore artistico di Fondazione Arena:

“Anche voi siete l’Arena, il teatro è fatto di persone, per questo abbiamo voluto mettere al centro i nostri ospiti in questa serata all’insegna della solidarietà. Ripercorriamo assieme i record dell’ultimo Festival, numeri importanti che non hanno precedenti nella storia di Fondazione Arena. Un’impresa frutto del lavoro di tantissime persone, con una specifica preparazione tecnica e professionale. Non solo professori d’Orchestra, Cantanti e artisti, tra cui mimi e comparse, ma anche tecnici, sarti, portastrumenti, maschere. Ognuno di loro ha fatto la differenza. Ed è il nostro valore aggiunto”.

Andrea Compagnucci, Marketing Principal Consultant di Fondazione Arena:

“Abbiamo pensato per questo evento, ad un’asta benefica, per sostenere un importante progetto solidale in Ucraina. Inoltre, sono state selezionate le 101 immagini più belle del Centesimo Festival, scatti che ci condurranno al Festival 2024 e che, questa, sera, vogliamo regalare ad ognuno di voi, un ricordo del percorso fatto insieme e dei risultati straordinari raggiunti, con un record assoluto di sponsorizzazioni donazioni e un modello di membership che in molti in Italia vogliono emulare”.

Martina Moretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto